CONSEGNA IN 24 ORE IN TUTTA ITALIA. SPEDIZIONE GRATUITA OLTRE I 49€.

Composte, Parmigiano Reggiano DOP e Strolghino di Culatello

  • Le nostre eccellenze per un Natale speciale...
    Scegli la tua combinazione preferita dal menu a tendina e trova il regalo perfetto!

    Le nostre composte sono ideali da accompagnare ai formaggi, provale e non vorrai più tornare indietro in abbinamento con il nostro salame più amato...
  • Semplicemente, un mito. E come tutti i miti che si rispettino anche il Parmigiano Reggiano ha una storia che mescola verità e leggenda.

    È un formaggio molto antico, che si produce nello stesso modo almeno dal Medioevo. Già nel Trecento, periodo dei grandi poeti italiani, c’è chi gli dedicava una pagina: Giovanni Boccaccio lo cita nella sua opera più famosa, il Decamerone, in cui immagina “una montagna tutta di formaggio Parmigiano grattugiato, sopra la quale stavan genti, che niuna altra cosa facevan, che fare maccheroni e ravioli e cuocerli in brodo di capponi, e poi li gittavan quindi giù, e chi più ne pigliava, più se n'aveva”.

    Ne parlano poi cuochi, gourmet, intellettuali. Questi veri e propri atti d’amore costeggiano i secoli, per arrivare al Novecento e allo scrittore Giovannino Guareschi, che sembra avere capito tutto, non solo del Parmigiano, ma anche della nostra terra: “ A fissare con una fortissima lente d'ingrandimento la grana del Parmigiano, essa si rivela non soltanto come un'immutabile folla di granuli associati nell'essere formaggio, ma addirittura come un panorama. È una foto aerea dell'Emilia presa da un'altezza pari a quella del Padreterno”.

    Importantissima è la stagionatura, periodo durante il quale il Parmigiano cambia carattere e diventa il formaggio sorprendente che tutti ci invidiano. La stagionatura minima è di 12 mesi, ma noi ve lo offriamo di 18, 24 e 36 mesi.
    Arrivato ai 18 mesi il Parmigiano presenta sentori giovani, che possono ricordare la frutta fresca, l’erba, i fiori e il latte.
    Superati i 24 mesi gli aromi si intensificano, in perfetto equilibrio fra dolcezza e sapidità, mentre si accentua la friabilità del formaggio ed è percepibile la tipica grana.
    Oltre i 36 mesi questa friabilità si accentua ulteriormente, il sapore è ora speziato, i sentori di frutta fresca lasciano spazio a quelli più intensi della frutta secca.

  • Strolghino di Culatello

    C’è stato un tempo in cui non esistevano celle frigorifere e tecnologie all’avanguardia, in cui produrre un buon salume non era scontato. Una volta macellato il maiale, tutto poteva andare storto: poteva presentarsi una stagione troppo calda, oppure troppo secca o troppo umida. A volte, semplicemente, ci si metteva il caso a rovinare il lavoro di mesi.

    Allora in inverno, quando il freddo proteggeva la carne, si macellava il maiale, poi si pregava Dio che tutto andasse per il meglio, perché quel maiale rappresentava sacrifici, soldi spesi, duro lavoro. C’era chi sceglieva di produrre Salame e Prosciutto, chi si sentiva più coraggioso e abitava nei paesi giusti optava invece per il Culatello. Con gli scarti (scarti per modo di dire, visto che si parla di una pregiata coscia di maiale) si faceva lo Strolghino, il cui nome si porta dentro tutte le incertezze e forse le paure di un lavoro che dipendeva ancora dalle stagioni e dall’imprevedibilità del fato. Non per niente in italiano arcaico il verbo “strologare” significa indovinare, vaticinare come fa l’indovino, leggendo le stelle e i presagi. Lo Strolghino, umile perché fatto con le rifilature del Culatello, sembra così una piccola offerta alla buona sorte.

    La carne (magra, contrariamente a quella di altri salami), dopo essere stata macinata e insaporita, viene insaccata in un budello sottile che permette una maturazione in tempi relativamente brevi.

    Il suo gusto è leggero e delicato. Assaggiatelo con pane casereccio e se volete abbinare un formaggio scegliete l’inconfondibile Parmigiano Reggiano.
  • Questa è una storia che parla di tutte quelle volte in cui avete trovato una persona insopportabile e, dopo dieci anni, vi siete ritrovati con quella stessa persona a condividere un matrimonio o un’amicizia inossidabile. Una storia che vi ricorderà di quando la mamma, da piccoli, vi faceva assaggiare una ricetta o un ingrediente che proprio non sopportavate e oggi è il vostro piatto preferito.

    Per i profani le composte non c’entrano proprio nulla con formaggi e salumi, sono mondi strani e lontanissimi, magari da guardare con un pizzico di sospetto.

    Per gustarle in tutta la loro bontà dovrete fare come facevate quando eravate bambini o come durante quel primo appuntamento in cui avete deciso di lasciar perdere la razionalità e di ascoltare la pancia. Dovrete chiudere gli occhi e, semplicemente, buttarvi.

    In realtà, qualsiasi formaggio o salume non è davvero completo senza un ingrediente che lo valorizzi. Ecco perché esistono le mostarde, le composte, le confetture, le gelatine.

    Da provare la Mostarda di Cipolle e Arance con i formaggi stagionati.
    La Composta di Peperoni e Fragole, un abbinamento originalissimo, è invece tutta da sperimentare con formaggi dal gusto più delicato, freschi o mediamente stagionati.
    Con il Parmigiano Reggiano e con tutti i formaggi saporiti e a lunga stagionatura, indimenticabile la Composta di Pere al Balsamico: in questo caso la dolcezza della pera, perfettamente bilanciata dall’aceto, si sposa con il gusto complesso di un grande formaggio.

  • Informazioni nutrizionali per 100 g
    Formaggio Parmigiano Reggiano

    Energia 1671 kJ
    402 kcal
    Grassi 30 g
      Di cui saturi 20 g
    Carboidrati 0 g
      Di cui zuccheri 0 g
    Proteine 32 g
    Sale 1,6 g
     
    Mostarda di cipolle e arance

    Energia 310 kJ
    74 kcal
    Grassi < 0 g
      Di cui saturi < 0 g
    Carboidrati 8,2 g
      Di cui zuccheri 6,9 g
    Proteine 0,5 g
    Sale 1 g

     
    Composta di pere al balsamico

    Energia 1136 kJ
    260 kcal
    Grassi < 0 g
      Di cui < 0 g
    Carboidrati 66 g
      Di cui zuccheri
    1 g
    Proteine 0,28 g
    Sale 1 g

    Composta di peperoni e fragole
    Energia 797 kJ
    188 kcal
    Grassi < 0 g
      Di cui saturi < 0 g
    Carboidrati 45 g
      Di cui zuccheri
    1 g
    Proteine 1 g
    Sale 0 g

  • Formaggio - Ingredienti: Latte, sale, caglio.

    Contiene galattosio in quantità inferiore a 0,01g/100g. 
    L’assenza di lattosio è conseguenza naturale del tipico processo di ottenimento del Parmigiano Reggiano.   

    Mostarda di cipolle e arance
    Ingredienti: arance (46%), cipolle (24%), zucchero,  aceto di vino, sale
    Zuccheri totali: 53g/100g
    Preparato con 143 g di verdure per 100 g

    Composta di pere al balsamico 
    Ingredienti: pere (58%), zucchero, aceto balsamico (6%)
    Zuccheri totali: 53g/100g
    Preparato con 74 g di frutta per 100 g

    Composta di peperoni e fragole
    Ingredienti: fragole (64%), peperoni rossi (9%), zucchero, limone, condimento basamico (2%)
    Zuccheri totali: 53g/100g
    Preparato con 143 g di verdura per 100 g

    Dopo l'apertura conservare in frigorifero (0°/+4°) e consumare entro 10 giorni
    Peso netto: 106 g



Prodotti Correlati